Editorialisti

28 Agosto 2017

Il dinamismo della Prima Infanzia

share Silvia Balduzzi - Babyworld

Il mercato italiano della Prima Infanzia appare, almeno a prima vista, caratterizzato da una certa stabilità, con lievi crescite sia a volume (+2,6%) sia a valore (+2,5%). In realtà dietro questi numeri si celano, più che una staticità, dinamiche tutte nuove. A dirlo sono gli ultimi dati GfK, relativi al periodo gennaio-maggio 2017, dai quali si evincono trend per nulla scontati. Se si conferma il buon momento, soprattutto nel canale specializzato, del Feeding, per quanto riguarda la Puericultura Pesante i dati GfK evidenziano dei veri e proprio chiaroscuri. Concentrandosi sul Normal Trade, alla contrazione dei Trio, fa da contraltare la crescita dei Passeggini Leggeri.

A riprova dell’inarrestabile evoluzione dei modelli di consumo e delle nuove sensibilità dei genitori, che si traducono anche, sempre all’interno del canale tradizionale, in una crescita significativa del comparto della Sicurezza Auto. Al nuovo consumatore non può che rivolgersi anche l’Industria che in questi giorni a Colonia presenta le proprie innovazioni di prodotto e già anticipa le strategie e gli obiettivi per il nuovo anno.

E i retailer? Non è questo il momento di stare fermi. Se da una parte, infatti, devono far propri i mutamenti del mercato, dall’altra non possono, per differenziarsi soprattutto dall’online, che ritrovare l’elemento umano, ovvero quella relazione di fiducia e di confidenza con la propria clientela. Senza dimenticare, come consiglia Chiara Scortegagna, direttore generale di AdHocManagement, l’importanza di valorizzare lo spazio del negozio, costruendo un’esperienza coinvolgente ed appagante al cliente.